Come gestire la propria mente grazie alle immagini mentali e alle parole che usi.

Come gestire la propria mente grazie alle immagini mentali e alle parole che usi

C’è un modo potente per gestire la propria mente: grazie alle proprie immagini mentali e alle parole che usiamo. E puoi assumere consapevolmente la resposabilita’ di entrambe e questa e’ davvero una bellissima notizia.

Ti spiego un po’ come funziona.

La tua mente non riconosce la differenza tra la paura e l’entusiasmo.
Per lei, e’ praticamente la stessa cosa. Provi un’emozione forte e l’adrenalina sale.
Se ogni volta che sei agitata ripeti a te stessa che sei entusiasta, che non stai nella pelle, otterrai dei risultati incredibili, inaspettati.
Se, invece, dici a te stessa:” Sono agitata. Devo andare dal cliente e sono agitatissima.” ..tutto cambia. In peggio.

Basta cambiare una parola: la parola paura diventa entusiasmo e la reazione che hai cambia letteralmente. Per una parola. Questo accade perche’ con una parola, disegni delle immagini mentali nella tua mente che hanno poi un effetto, una reazione.

In situazioni di disagio o di paura, devi imparare e mentire alla tua mente, devi imbrogliare la paura e andare a riprenderti la fiducia e il coraggio che ci appartiene di diritto dalla nascita.

Le tue parole creano la tua realtà e se non stai raggiungendo gli obiettivi che desideri significa che stai usando le parole sbagliate.

Quando hai paura per una qualsiasi cosa, fermati, respira e fondo e cerca di modificare le immagini mentali che hai creato nella tua testa, che saranno sicuramente distruttive, terribili, confuse  e le parole che ti stai ripetendo. 

Ricorda che la mente ascolta solo le parole e le immagini che crei.

Questo piccolo accorgimento, se comincerai ad applicarlo costantemente, cambierà la tua vita. 

Le tue parole e le tue immagini mentali definiscono come ti senti.

Se prima di un appuntamento importante ripeti a te stessa: ”Sono terrorizzata, sono nervosa, non ce la faccio”, crei delle immagini negative molto intense e il tuo corpo iniziera’ a reagire a questo tipo di stimoli. Presentarsi ad un appuntamento, magari di lavoro, non è qualcosa di terrorizzante, certo è una sfida, potrebbe metterti a disagio, ma di sicuro non genera terrore. Diventa terrificante solo continui a ripetere a te stessa che lo è.

Ricorda: l’immagine che crei determinerà la tua reazione. E visto che hai una mente  brillante, e tutti noi ce l’abbiamo, hai sempre la possibilità di scegliere. Puoi creare immagini positive o terribili, puoi usare parole negative come, terribile, incubo, inferno o dire: “ce la farò, mi piace, ho una grande capacità di farcela.

Le tue parole e le tue immagini mentali definiscono come ti senti, e parole negative suggeriscono alla tua mente che ti senti molto, molto male, che non puoi farcela, mentre parole positive suggeriscono alla tua mente che è tutto ok, che sarà una passeggiata. In questo ultimo caso, suggerisci alla tua mente che tutto è fattibile, niente adrenalina o cortisolo. Senti semplicemente che puoi farcela. E anche se non ci credi, se lo dici a te stessa, se continui a ripeterti:” ce la posso fare, ce la farò, qualsiasi cosa accada ce la farò” piano piano comincerai a crederci, a patto che tu te lo ripeta costantemente.

Solo tu puoi cambiare le tue convinzioni, solo tu puoi cambiare i tuoi pensieri, solo tu puoi cambiare la tua mente. Cambiare le immagini mentali e le parole che ti ripeti è l’unica via per controllare la mente.

Pensieri, emozioni, azioni: tutto e’ strettamente legato.

La verità è solo una: i tuoi pensieri controllano le tue emozioni, le tue emozioni controllano le tue azioni, le tue azioni determinano la tua vita. 

Non abbiamo il controllo sul tempo, sul traffico e nemmeno sul nostro corpo per evitare che si ammali. Ma se assumiamo il controllo delle parole che ci ripetiamo e delle immagini mentali che creiamo, avremo il controllo totale di noi stesse. E più rendiamo quelle immagini positive, più le nostre parole saranno positive, più la nostra vita sarà straordinaria.

Solo l’1% della popolazione ci riesce in maniera naturale.

All’inizio della nostra vita ci riusciamo tutti,veniamo al mondo credendo che tutto sia meraviglioso. Un bambino di due anni che vede le foglie nel giardino ci si sdraia sopra e inizia a giocare.
Tutto cambia crescendo. Se piove pensiamo: ”Uh, che tempo orribile.”
Ma da piccolo nessuno lo avrebbe pensato. I bambini non considerano la pioggia negativa o positiva, amano qualsiasi cosa, e anche tu sicuramente eri così.

Quando eri piccolo la tua mente era affollata di immagini positive così come le tue parole erano positive.


L’1% di persone che non hanno perso questa abilità sono felici.

Non hai bisogno di anni di terapia, di leggere milioni di libri o ascoltare ore ed ore di corsi. Non devi fare altro che assumerti la responsabilità delle parole che dici e delle immagini mentali che crei.

E ti invito a prestare molta attenzione alle persone di cui ti circondi, perché spesso le immagini e le parole negative che affollano la nostra mente, arrivano dall’esterno. L’abbiamo sentito dire o ripetere. Ce le hanno inculcate in qualche modo e in maniera del tutto inconscia.

E’ un’abitudine quella di avere immagini e usare parole negative:

che brutto tempo, la giornata ora e’ rovinata, e’ un disastro,sei senza speranza, sei una buona a nulla, così ti ammalerai, se esci con questa pioggia prenderai freddo, se non metti il cappotto, prenderai la febbre, se lo mangi ingrasserai, se lo fai, sbaglierai, se vai in quel posto succederà qualcosa di brutto, se vai da sola potresti trovarti in pericolo, se fai quel gioco potresti farti male.

E’ una tua scelta. Tu puoi scegliere di non usare queste parole, di non avere questi pensieri, e di non credere a nulla di quello che ti hanno detto. Ciò che dicevano non ti riguarda.

Chi ti ha detto queste cose?

Se hai voglia di fare un esercizio di introspezione, ti invito a cercare di ricordare chi, cosa, dove e quando ti hanno detto certe cose. Chi ti ha detto frasi simili e chi le ha dette a loro?

Torna indietro con la memoria, magari a scene legate a figure autorevoli che ti hanno trasmesso messaggi negativi, inserendo nella tua mente parole e immagini negative. 

E vedi se ti viene in mente qualcosa. Scrivilo sul tuo quaderno finche’ l’immagine si rende vivida nella tua mente. 

Concediti qualche secondo per immaginare quella voce.
Forse è quella di una maestra che ti dice che sei senza speranza, che con te è inutile, forse addirittura che sei stupida. Forse quella voce dice che sei solo una bambina, che sei troppo piccola, che non sei in grado.

Cerca di ricordare chi ti ha trasmesso queste parole ed immagini negative. Chi ti ha detto che non sei portato per la matematica? Che sei una frana a fare lavori manuali, che non sai leggere bene ad alta voce, che non sei brava a disegnare?

Ovviamente nessuno puo’ essere privo di paure, ma abbiamo la possibilita’ di mettere a tacere tutte le parole nella tua testa che ci  suggeriscono che non possiamo  fare una cosa piuttosto che un’altra: “se fossi in te non lo farei…se fossi in te non ci andrei…”

Pensa a tutte le cose che hai ascoltato da piccola, e rifletti su quante volte ti ripeti frasi come: “non posso mangiarlo, mi farà ingrassare. Non posso chiedere a quella persona di uscire, non gli piaccio sicuramente. Non posso fare quel appuntamento, sarà un fallimento” 

Parole tipo: “mi ammalerò perché in ufficio qualcuno ha l’influenza” oppure,” odio questo cibo e so che mi verrà mal di stomaco perché proprio non lo digerisco”, sono sbagliate.

Ti sei resa conto che probabilmente sono le parole di qualcun altro? E qui viene il bello. Puoi cambiare quelle parole. Puoi cambiare i tuoi pensieri. Non ti appartengono. Ti sono state date da qualcuno che a sua volta le ha ricevute da qualcun altro. Quindi cambiale, puoi farlo!

Ora e’ il momento di fare un altro esercizio:

Pensa a una sfida che hai affrontato. Qualcosa che sei riuscita a fare anche se non è stato facile. Ti ha fatto sentire piena di energia? Come ti sei sentita mentre riuscivi ad ottenere ciò che volevi?
Che  parole  dicevi a te stessa e quali immagini mentali avevi mentre riuscivi a raggiungere ciò che volevi? Le ricordi? Scrivile. 

Voglio che pensi alla tua sfida, pensa alle parole che hai usato, alle immagini che hai creato nella tua testa.

Ricorda cosa abbiamo scritto  all’inizio. Il modo in cui ti senti oggi dipende da due singoli fattori: le immagini mentali che crei nella tua testa e le parole che dici.

Puoi aggiornare le tue attuali parole e immagini, puoi avere nuove credenze dentro di te e modificare quelle che ti sono state trasmesse dai tuoi nonni, dai tuoi genitori, i tuoi insegnanti. Ora sei cresciuta e puoi liberarti delle loro parole.

Prenditi qualche minuto per farlo.

La scelta e’ tua

Se vuoi raggiungere obiettivi al di sotto delle tue possibilità devi riempire la tua mente di parole e immagini negative.
Per raggiungere ciò che meriti devi riempire la tua mente di parole e immagini positive.
Chi non riesce a raggiungere il successo ha la testa piena di parole e immagini negative.
Le persone di successo hanno la testa piena di parole e immagini positive.

La scelta è tua, in ogni attimo puoi fare questa scelta, puoi scegliere le parole e le immagini che desideri.

Ed puoi rigettare tutte le credenze e le abitudini negative, quelle che qualcun’altro ti ha trasmesso. Le puoi lasciare alle spalle, lasciarle andare. È come l’acqua che scorre nella doccia, se ne va, e non è possibile trattenerla.

Se facendo gli esercizi ti e’ salita un po’ di tristezza per la consapevolezza di chi ti ha trasmesso una modalita’ negativa che non ti appartiene, sii triste. Non trattenerti. Le parole piu’ importanti ora sono: lasciare andare. Lascia emergere le tue emozioni.

Hai fatto un primo grande passo, ti sei assunta la responsabilità delle tue immagini mentali e delle parole che dici a te stessa.
Tutto questo cambierà la tua vita.

No Comments

Post A Comment